Coordinamento per la Pace – Trapani


SUL SUICIDIO DI GIUSEPPE BURGARELLA
12 febbraio 2013, 16:17
Filed under: Comunicati, Lavoro, Territorio

Esprimiamo il nostro più sincero cordoglio ai famigliari di Giuseppe Burgarella, operaio trapanese suicidatosi pochi giorni fa.
Il suicidio di Burgarella è un fatto tragico che si impone, in maniera devastante, alla coscienza e alla riflessione di tutti.
Burgarella ha scelto di morire rivendicando politicamente il suo gesto. Proprio per questo pesa come un macigno.
La lucida rabbia di Burgarella lo ha indotto a stilare un elenco di persone che si sono ammazzate in Italia per la mancanza di lavoro, completando la lista con il proprio nome. E poi una lettera al capo dello stato e un’altra al segretario generale del suo sindacato, la Confederazione Generale Italiana del Lavoro. E una copia della Costituzione, quella che, all’articolo 1, parla di una «Repubblica democratica fondata sul lavoro». Un atto di accusa, inequivocabile.
«Se non lavoro non ho dignità», ha scritto Burgarella. Il lavoro che non c’è diventa il tragico senso di una colpa da espiare, in questo sistema che, come una religione, ci induce a pensare che l’unica dimensione umana sia quella della produttività.
Giuseppe Burgarella è morto con piena dignità. Ben altri sono gli individui senza dignità, e sono quelli che ci portano all’esasperazione perché, magari in combutta con i padroni, ci rubano ogni giorno il futuro e ci rendono insostenibile il presente.

Coordinamento per la Pace
Gruppo Anarchico “Andrea Salsedo”

Trapani, 12 febbraio 2013

Annunci





I commenti sono chiusi.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: