Coordinamento per la Pace – Trapani


Ricordare il passato per capire il presente
27 gennaio 2009, 11:21
Filed under: Antifascismo, Antirazzismo, Comunicati, Pace

Il Giorno della Memoria è un’occasione collettiva, necessaria e doverosa, per riflettere sull’immane tragedia del popolo ebraico, vittima dello sterminio nazista. Ma poiché la memoria è tanto più efficace quanto più è in grado di ricostruire la storia in tutte le sue pieghe, è altrettanto doveroso ricordare come, insieme agli ebrei, la lucida follia nazifascista volle colpire tutte le categorie di persone sgradite e incompatibili al suo terrore totalitario: zingari, disabili, omosessuali, oppositori politici, antifascisti, e altri ancora. E la memoria del passato va salvaguardata soprattutto per capire meglio il presente. Dopo più di sessant’anni, in Europa ci sono ancora dei campi di internamento per persone sgradite al sistema e alle sue leggi. Hanno le sbarre, il filo spinato, sono sorvegliati da soldati. Si chiamano Centri di identificazione ed espulsione, vi si rinchiudono gli immigrati e a Trapani ce n’è uno, il “Serraino Vulpitta”. E che il razzismo non sia stato ancora sconfitto ce lo dimostrano ogni giorno i pacchetti-sicurezza, le ordinanze antibivacco contro mendicanti e lavavetri, le retate nei campi rom, le aggressioni squadriste o – ancora per rimanere a Trapani – le vergognose proposte di istituire autobus per soli africani. Infine, in questo Giorno della Memoria il nostro pensiero va al popolo palestinese, massacrato dalla recente aggressione israeliana a Gaza e schiacciato da un embargo che lo ha ridotto allo stremo. Non basta celebrare la memoria una volta l’anno: essa si onora nell’impegno costante per cancellare definitivamente le guerre, il razzismo e ogni discriminazione dalla faccia della Terra.

Coordinamento per la Pace – Trapani

coordinamentoperlapace@yahoo.it

 26/01/2009

Annunci





I commenti sono chiusi.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: