Coordinamento per la Pace – Trapani


INGIUSTIZIA E’ FATTA – Comunicato su assoluzione dell’ex prefetto di Trapani
16 aprile 2004, 16:12
Filed under: C.I.E. "Serraino Vulpitta", Comunicati, No C.P.T./C.I.E.

Nella notte tra il 28 e il 29 dicembre del 1999 scoppia un incendio all’interno del CPT “Vulpitta” di Trapani, il Centro di Permanenza Temporanea in cui vengono reclusi gli immigrati che lo Stato definisce “clandestini”. Muoiono sei ragazzi: Rabah, Nashreddine, Jamel, Ramsi, Lofti e Nassim.
A quell’epoca non ci sono uscite di sicurezza, i corridoi della struttura sono troppo stretti per permettere il deflusso in caso di emergenza, e il numero di estintori è insufficiente.
La campagna “Verità e Giustizia” lanciata dagli antirazzisti siciliani per fare luce su quella tragedia culmina nell’incriminazione dell’allora prefetto di Trapani, Leonardo Cerenzìa, per omissione di atti d’ufficio, omicidio colposo plurimo, lesioni colpose, omessa cautela.
A quattro anni di distanza, il prefetto Cerenzìa è stato assolto dai capi d’imputazione e per quella tragedia non è stato individuato nessun colpevole. Il processo ha evidenziato negligenze, omissioni e responsabilità molto gravi da parte di chi avrebbe dovuto evitare quel dramma: nonostante questo, il tribunale di Trapani ha preferito cancellare, con un colpo di spugna, la tragedia di quella notte e il dolore di chi c’era e si è salvato. Eravamo preparati a una sentenza di questo tipo: la storia d’Italia dimostra che difficilmente lo Stato processa e condanna se stesso.
Al di là di questa sentenza indecente, consideriamo di per sé una vittoria aver costretto un prefetto della Repubblica a rendere conto del proprio comportamento in un’aula di tribunale in merito alla gestione di un Centro di Permanenza Temporanea.
La nostra condanna politica e morale nei confronti dei Centri di Permanenza Temporanea rimane quella di sempre.
I CPT – massima espressione delle politiche discriminatorie e razziste dello Stato italiano – sono luoghi di segregazione che non devono esistere. Continueremo a vigilare, denunciare, protestare e intervenire per ottenere l’unico risultato possibile: la chiusura del “Serraino Vulpitta” di Trapani e di tutti i Centri di Permanenza Temporanea in Italia.

Coordinamento per la Pace – Trapani

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: